Jackie e John Fitzgerald Kennedy. L’illusione di una favola.

di Ilaria di Cugno

C’erano una volta una giovane giornalista del Washington Times-Herald, nata in una delle famiglie più agiate della Grande Mela, e un affascinante senatore del Massachusetts. Entrambi giovani, belli, ricchi e di successo, si sposano il 12 settembre 1953 con una cerimonia da sogno. Lei, avvolta in cinquanta metri di tessuto, sorride di fronte ai 1.200 ospiti mentre, avvinghiata a lui, danza sulle note di I married an angel e dà inizio al racconto della power couple più famosa di tutti i tempi.

Così ho sempre immaginato il matrimonio tra l’allora Jacqueline Lee Bouvier, meglio conosciuta come Jackie, e John Fitzgerald Kennedy. Una favola.
E in effetti è proprio questo che una delle coppie presidenziali più famose di tutti i tempi voleva incarnare.

È il 1960 quando JFK, allora ancora trentunenne, diventa il più giovane presidente degli Stati Uniti d’America, mentre Jackie diventa un’icona di eleganza indiscussa. Insieme alla figlia Caroline e al figlio John Jr. rappresentano la famiglia perfetta, un incanto irresistibile al comando
I Kennedy sono una coppia moderna: sono fascinosi, sempre alla moda, colti. 
La Casa Bianca diventa un evoluto cenacolo dove si susseguono scrittori, musicisti, ballerini, attori e artisti di ogni foggia. Per la prima volta le sue porte vengono aperte ai telespettatori in un tour guidato che è più un viaggio nell’intimità familiare e nel quale Jackie si dimostra una perfetta e meritevole padrona di casa. 
È questo che i Kennedy sanno creare con i cittadini americani: un legame che denota una certa riverenza nei confronti della coppia, ma che è anche quasi confidenziale, come quelli che fino a quel momento solo le famiglie reali erano riuscite a instaurare.
E poco importa se John lentamente perde il consenso politico a causa della crisi con Cuba, della guerra in Vietnam con le sue mille contraddizioni e dei momenti di tensione con l’Unione Sovietica. JFK è l’uomo in prima linea nelle battaglie per i diritti civili di fronte ai pregiudizi classisti e razziali; Jackie è la compagna perfetta in grado di dialogare con i potenti del mondo, è l’icona di stile a cui tutte le donne si ispirano e a cui maison di alta moda dedicano le proprie creazioni.  
Insieme possono vincere qualsiasi battaglia. 
O quasi.

Il 22 novembre 1963, mentre si trovano in visita a Dallas, il Presidente viene colpito ripetutamente da colpi di fucile alla testa e perde la vita tra le braccia della moglie. Jackie, con un gesto vano e lacerante, cerca di recuperare i brandelli di cervello del marito, li tiene insieme, abbraccia John e gli sussurra più volte “Ti amo” durante la lunga e inutile corsa in ospedale. 
Il volto smarrito di Jackie mentre scende dall’Air Force One con ancora indosso il completo rosa di Chanel macchiato di sangue è un’immagine tanto straziante quanto potente. Il suo unico modo per mostrare al mondo intero cosa avessero fatto a suo marito.

Ma la favola di Jackie e JFK non è interrotta solo da questo tragico epilogo.
Forse, quella di Jackie e JFK, non è mai stata una favola.
John era un uomo affascinante, con un grande ascendente sulle donne. E lui lo sapeva.
Kim Novak, Judith Campbell, Jayne Mansfield, Audrey Hepburn, sono solo alcune delle celebri donne che si vocifera abbiano avuto flirt veri o presunti con il Presidente. A queste si aggiungono hostess, segretarie e infine la più nota tra tutte, colei che gli dedica un sensualissimo “Happy birthday, Mr. President” di fronte a 15.000 persone durante il party a Madison Square Garden il 19 maggio 1962: Marilyn Monroe.

Happy birthday marilyn monroe president GIF on GIFER - by Peridwyn

Scandali sessuali noti, ma tenuti nascosti, in primis dalla stessa Jackie.
Quella Jackie che deve sopportare la morte della primogenita Arabella prima, e dell’ultimogenito Patrick, poi. 
Quella Jackie che nel 1962, durante il suo viaggio in Costiera Amalfitana si vocifera abbia intrapreso una relazione con Gianni Agnelli.

Probabilmente la verità non la sapremo mai: ciò che accade nella reale vita privata di una coppia non ci è dato sapere. Meno ancora se quella coppia risiede all’interno della Casa Bianca. 
Perché le relazioni interpersonali sono complicate e difficilmente riescono a mostrarsi all’esterno per quello che sono realmente.  
La dicotomia tra verità e apparenza sembra spesso quasi inevitabile per fronteggiare determinate situazioni. Il peso del confronto, dei conflitti e delle fragilità a cui tutti siamo inesorabilmente sottoposti sembra volerci svilire, sembra quasi additarci come gli sconfitti.
Chi non si mostra, invece, non ha pericolo di perdere. 
E così dall’esterno spesso ci illudiamo di capire davvero ciò che sta di fronte a noi. Vediamo la perfezione nonostante siamo pienamente consapevoli che questa non esista, diventiamo improbabili spettatori di un film totalmente immaginato, lettori di una favola che incredibilmente non ha i presupposti per terminare con un vissero per sempre felici e contenti.

Jackie e JFK hanno saputo scrivere un racconto esemplare, suggellato da una tragica fine.
Un mito che, in quanto tale, resterà sempre solamente una perfetta illusione.


https://www.jfklibrary.org/
https://www.jfklibrary.org/learn/about-jfk/life-of-jacqueline-b-kennedy
https://www.jfklibrary.org/learn/about-jfk/life-of-john-f-kennedy
https://www.britannica.com/biography/Jacqueline-Kennedy-Onassis
https://www.biography.com/news/marilyn-monroe-happy-birthday-mr-president-jfk
https://www.donnamoderna.com/news/cultura-e-spettacolo/tra-jackie-e-john-kennedy-fu-vero-amore
https://www.vanityfair.it/news/mondo/2011/08/09/jackie-kennedy-intervista-relazione-gianni-agnelli-attentato-lyndon-jonhson
https://www.elle.com/it/magazine/a19617815/jackie-kennedy-matrimonio/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...