#fikaconsiglia

Speciale #fikaconsiglia: Cosa guardo oggi? Serie TV

Lo sappiamo. Siete a casa, vi annoiate, stanno iniziando le belle giornate e la convivenza forzata con chiunque abbiate in casa (che siano genitori, partner o il gatto) sta iniziando a sembrare sempre più allucinante (a parte quella col gatto probabilmente). 

Ma non vi preoccupate, la redazione di Fika ha deciso di riunire le proprie menti e, perché no, le proprie ossessioni, per sfornare preziosissimi consigli su cosa guardare durante questo periodo di quarantena perché, visto che potete salvare il mondo comodamente dal vostro divano, ci sembra giusto che voi lo facciate nel migliore dei modi.

Ecco a voi, senza ulteriori indugi, il #fikaconsiglia, quarantena edition. 

Oggi vi consigliamo… SERIE TV!


BROOKLYN NINE NINE- 5 STAGIONI – NETFLIX

Genere: comedy
Lunghezza media episodi: 20 minuti
Consigliata da Federica

Brooklyn Nine-Nine non è semplicemente la mia serie preferita: è il mio posto felice dove vado a rifugiarmi quando sono stressata, triste, ansiosa o annoiata. Il che avviene piuttosto di frequente. 

Ambientato nell’immaginario novantanovesimo distretto di polizia di New York, la sua forza è la capacità di sovvertire le aspettative: il bravo ragazzo non fa breccia nel cuore della ragazza che non lo vuole, la vita di coppia non diventa fonte di battutine ai danni del (o, come avviene più spesso, della) consorte, temi importanti quali la discriminazione, sia di genere, razziale o omofoba, vengono messi in risalto con serietà ma senza appesantire la narrazione, e Jake Peralta, il personaggio che più facilmente potrebbe ricadere nello stereotipo del poliziotto tosto e macho, è invece il personaggio che cresce di più e che impara di più dagli altri, restando comunque un adorabile imbecille. La serie non si abbassa mai a perpetrare stereotipi dannosi, anzi li ribalta continuamente

GUARDATELA PERCHÉ: è davvero davvero divertente, c’è un corgi stupendo di nome Cheddar, e tutte le ragazze eterosessuali che conosco nel giro di qualche puntata si sono ritrovate ad avere una inaspettata cotta per Andy Samberg e voglio continuare a studiare il fenomeno. Cos’è che lo rende così attraente? Secondo me è il naso.

Oh, e dimenticavo. Per questo:


GRACE AND FRANKIE – 6 STAGIONI – NETFLIX

Genere: comedy
Lunghezza media episodi: 25/30 minuti
Consigliata da Camilla

Vi siete mai immaginate la vostra vita a settant’anni? Bene, io la mia me la immagino come quella di Jane Fonda e Lily Tomlin in Grace and Frankie, quindi, sostanzialmente, vivere in una casa al mare da donna forte e indipendente, vendere vibratori e fare tutto quello che voglio. Per arrivare a questo però, per le protagoniste di questa serie, scritta tra gli altri da una delle sceneggiatrici di Friends, dovranno passare attraverso un inferno di nome “Mio marito è gay”.

Ma andiamo con ordine: Grace (Jane Fonda) è una di quelle donne sempre impeccabili, di successo, vestiti perfetti, trucco perfetto e, apparentemente, vita perfetta. Fredda e dal sarcasmo tagliente, se cercate “snob” sul dizionario appare la sua faccia. 

Frankie, invece, è tutto il contrario. Hippie incallita, risolverebbe qualsiasi conflitto mondiale con una seduta spiritica dal suo sciamano e una danza tribale sulla spiaggia in compagnia del suo bong. Ha dedicato la sua vita all’arte e alle proteste pacifiste. Ingenua e davvero imprevedibile sarebbe in grado di far scappare la pazienza a un santo con le sue idee strampalate, se non fosse anche irrimediabilmente adorabile.

Due personalità apparentemente incompatibili che si ritrovano incastrate insieme quando i loro mariti confessano, non solo di essere gay, ma di avere una relazione tra loro da ben vent’anni. 

Grace and Frankie è divertente, di ispirazione e sicuramente una delle serie più empowering che io abbia mai visto. Sinceramente, non vedo l’ora di avere settant’anni.


MAD MEN – 6 STAGIONI – NETFLIX

Genere: drama
Lunghezza media episodi: 40 minuti
Consigliata da Veronica

La New York degli anni ‘60 era di certo un mondo di uomini, fatto di cocktail e completi eleganti, di riunioni d’affari nei club e sui campi da golf. Una realtà patinata, come le pubblicità. 

I Mad Men della serie lavorano alla Sterling Cooper, una delle agenzie pubblicitarie più prospere della città. Le donne sono mogli, segretarie, amanti…un bellissimo contorno con calze di nylon e gonne a tubino. 

Quindi, perchè guardare Mad Men? Perché è uno spaccato crudo e affascinante degli anni ‘60 e racconta il magico decennio che traghettò il mondo dal Dopoguerra alla Summer of love. È una storia corale, fatta di emancipazione femminile con tutti i suoi ostacoli, di crisi del maschio bianco, della crudeltà del capitalismo, della rivincita di chi non ha nulla e della sconfitta di chi aveva tutto, tranne il talento. Mad Men è amorale e sfacciato, crudele e cinico. Racconta la fame: fame di successo, di soldi, di rispetto. 

Guardatela infine perché voglio parlare di Don Draper e Peggy Olson con più persone possibili ma, vi prego, lungo il cammino non prendetevela con Roger: lui ci prova ad essere un essere umano decente, è solo che gli manca il talento. 


CELEBRITY HUNTED: CACCIA ALL’UOMO, 1 STAGIONE IN CORSO, AMAZON PRIME VIDEO

Genere: reality
Lunghezza media episodi: 40 minuti
Consigliata da Ilaria


Disponibile su Amazon Prime Video dalla mezzanotte di oggi 13 marzo, in queste poche ore mi sono immolata per voi per recensirvi i primi 3 episodi di Celebrity Hunted: Caccia all’uomo.
Primo esperimento originale italiano del gigante Amazon, prodotto da Endemol Shine, vede protagonisti otto famosi dei nostri tempi: Fedez e Luis Sal, Claudio Santamaria e la moglie Francesca Barra, Diana Del Bufalo e Cristiano Caccamo, Francesco Totti e Costantino della Gherardesca.
Cacciati da una squadra di hunters che vede coinvolti i maggiori esperti della nostra intelligence – tra cui Alfredo Mantici, ex capo del dipartimento di analisi dei servizi segreti, e Carlo Bifani, esperto di antiterrorismo – gli otto vip dovranno cercare di fuggire per quattordici giorni senza farsi stanare, per raggiungere il “punto di estrazione”, comunicato loro solo 48h prima della fine del gioco. A disposizione un telefono satellitare e una carta di credito che potrebbero però renderli rintracciabili e il solo aiuto di alcuni amici che rischiano però di non rivelarsi tali.
Ha inizio così, sotto il cielo di Roma, una caccia all’uomo serratissima, dal ritmo veloce e adrenalinico.
DA VEDERE PERCHÉ:
Potevo io consigliarvi l’ennesima serie patinata e bellissima, senza pecche e intoppi?
Assolutamente no.

Celebrity Hunted si rivela, per ora, un fantastico esercizio di stile. A fronte di una fotografia bellissima, grazie anche all’uso di droni e alle luci che cambiano dal caldo al freddo a seconda delle emozioni vissute dai protagonisti, un montaggio coi fiocchi e una squadra produttiva gigante, quello che mi ha lasciato perplessa di questa serie è che a volte sembra eccessivamente scripted. Mi sono ritrovata più volte a chiedermi nel corso dei primi tre episodi “ma davvero questi qui sono in grado di farla a tutti sotto al naso?”. Abituata a un reality come Pechino Express, l’unica fuga genuina mi è sembrata – non a caso, forse – quella di Costantino Della Gherardesca.
Al di là di questo, i motivi per guardarla sono molteplici: il cast è innovativo, lontano da qualsiasi logica del reality (se non il mio amato Costa, ndr), la narrazione è scorrevole, i momenti esilaranti sono tanti e si tratta di un esperimento del tutto nuovo. Una serie leggera, che dovete guardare se volete essere sul pezzo rispetto alle novità on demand, per commentarle con gli amici e sui social. E soprattutto, a un certo punto vorrete davvero sapere come va a finire.
Quindi? Cosa state aspettando? I primi tre episodi sono già online!


IL METODO KOMINSKY – 2 stagioni – Netflix 

Genere: comedy
Lunghezza media episodi: 25 minuti
Consigliata da Costanza

Una serie che mi tiene compagnia in questi giorni è “Il metodo  Kominsky” ideata da Chuck Lorre. Racconta la storia di Sandy Kominsky (Michael Douglas) ex attore che lavora come insegnante di recitazione e del suo sarcastico migliore amico e agente Norman Newlander (Alan Arkin). È una commedia che affronta la paura e i problemi della vecchiaia in modo divertente e toccante con dialoghi che alternano battute a momenti di serietà. La parte migliore, secondo me, è l’amicizia tra i due protagonisti ; Sandy e Norman sono agli opposti caratterialmente ma in grado di completarsi a vicenda, pronti a sostenersi di fronte agli imprevisti della vita. In poche parole, un’amicizia bellissima! 


the new pope – 1 stagione – sky atlantic

Genere: drammatico
Lunghezza media episodi: 50 minuti
Consigliata da Eleonora

The New Pope é la serie ideale da guardare in un momento di clausura come questo, perché:

  • Le puntate sono lunghissime, quindi, impiegherà del tempo
  • Sorrentino come al solito è incomprensibile, quindi ci vorrà ancora più tempo, dato che desidererete mandare indietro nel vano tentativo di capirlo ma poi vi arrenderete al fatto che è bello, e può bastare
  • È molto più hipster guardarla adesso che non da appena uscita
  • La sigla è SPETTACOLARE e diversa ogni volta, quindi vorrete sapere non solo cosa succederà nella puntata successiva, ma anche quanto in là si spingerà la coreografia della sigla al prossimo giro… e non dico altro
  • Se anche voi come me nella vita vi sentite eternamente secondi, amerete John Brannox
  • Le guest star
  • Parla di amore, ma sopratutto di perversioni d’amore, e quindi di amore
  • Chewbecca
  • Culi inaspettati memorabilissimi

2 pensieri su “Speciale #fikaconsiglia: Cosa guardo oggi? Serie TV”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...