#fikaconsiglia: Marvelous Mrs. Maisel

di Camilla Magnani

Ma che è? State sempre a guardá serie tv? La risposta è SI.

Ma non temete, non terremo i nostri segreti per noi. Ovviamente le serie TV le guardiamo per farvi contenti: ed è per questo che oggi #fikaconsiglia vi porta nel meraviglioso mondo di Marvelous Mrs Maisel (La fantastica signora Maisel, nella traduzione italiana). Si tratta di una serie di Amazon Prime Video candidata a ben VENTI nominations agli Emmys, inclusi miglior serie comedy, migliore attrice protagonista, miglior sceneggiatura (scritta principalmente da Amy Sherman-Palladino, famosa per Gilmore Girls) e più di tre candidature a migliori attori non protagonisti.

Ma parliamo un po’ della serie: Miriam “Midge” Maisel (Rachel Brosnahan) pare essere una moglie e una madre esemplare; borghese e di classe, incarna esattamente quello che ci si aspetta da una donna nel 1958. Ma sin dall’inizio capiamo di trovarci alla presenza di una donna fuori dal comune: è spiritosa, brillante ed estremamente divertente, qualità decisamente spiazzanti per una donna che dovrebbe solo cucinare e portare i bambini al parco. Dopo che il marito la lascia inaspettatamente, si ritrova sola e scopre di essere veramente sé stessa solo davanti ad un microfono su un palco di un locale dei bassi fondi di New York, dove racconta ogni particolare della sua vita davanti a una marea di sconosciuti. E la cosa più straordinaria è che Midge fa ridere davvero.

In un mondo estremamente maschilista che la vorrebbe nel mondo dello spettacolo solo in veste di cantante, Midge diventa Marvelous Mrs Maisel, schietta, a volte anche volgare e politicamente scorretta. In ogni puntata si rende sempre più conto di avere del vero talento. Nonostante questo però, non è ancora pronta ad annunciarlo alla sua famiglia conservatrice, che la tratta ancora come una bambina. Per sua fortuna però è spalleggiata da Susie (Alex Borstein), sua agente improvvisata, burbera e scontrosa ma che crede profondamente in lei e la spinge ad essere di più che una semplice moglie.

Marvelous Mrs Maisel è una serie in cui il girl power è appena sussurrato, dove non si generalizza banalmente sulla capacità delle donne di uscire dal proprio guscio. Il vero empowerment sta nella storia, nel personaggio di Midge, che è una donna come tante altre, che affronta gli ostacoli della società a cui appartiene, che sente come naturali gli obblighi che il mondo in cui vive le impone, ma lotta per poter vivere grazie al suo talento. Perché ciò che c’è di meraviglioso, è proprio la naturalezza con cui Midge convive con il suo essere divertente. Non può proprio farne a meno.

Importanti menzioni speciali: sceneggiatura, fotografia e costumi. Quasi ogni episodio ha un monologo comico che non è mai banale e non è mai forzato. In poche parole, voto: diesci. Impeccabile la fotografia, un’esplosione di colori che ci danno tanto quegli anni ’50 che un po’ siamo abituati ad immaginarci con Mr. Sandman in sottofondo. Il tutto condito dalle splendide mise di Midge, che rimane pur sempre una impeccabile donna borghese della sua epoca.

Per concludere quindi, immaginate quanto io sia combattuta quest’anno con Marvelous Mrs Maisel e Fleabag che si ritrovano ad essere rivali in molte categorie.
Io personalmente non saprei scegliere, davvero. Mi sento come quando mi chiedono: meglio Ryan Reynolds o Ryan Gosling? E la mia risposta non può che essere: perché non entrambi?


Una risposta a "#fikaconsiglia: Marvelous Mrs. Maisel"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...